Speleologia

La Grigna

Forse pochi sanno che la Grigna, oltre ad essere stata territorio di grandi imprese alpinistiche, è da 40 anni oggetto di studio ed esplorazioni da parte di numerosi speleologi.

Il Grignone è uno dei più grandi importanti bacini carsici italiani: il calcare, vaste distese bianche intervallate da sprazzi di verde, regala centinaia di grotte, di sviluppo prevalentemente verticale, “tutte da esplorare”. In particolare, negli ultimi 25 anni, le conoscenze sulle cavità presenti è andata aumentando e ancora oggi la maggior parte delle grotte sono in esplorazione. W Le Donne, con i suoi 1200 metri di profondità, è attualmente la cavità più profonda tra quelle presenti sul territorio del Grignone e probabilmente una di quelle più note agli escursionisti che si imbattono facilmente con il suo ingresso posto a fianco del sentiero che conduce in vetta. Per poter accedere alle grotte bisogna però avere delle specifiche competenze che si ottengono frequentando un corso di Speleologia organizzato da uno dei Gruppi Speleologici sparsi sul territorio nazionale.

Progetto InGrigna!

Il Progetto InGrigna! ha come obiettivo lo studio e la conoscenza del sottosuolo del bacino carsico della Grigna; l’esplorazione, la